La posizione di base del Wing Chun Kung Fu.

Di Sifu Antonio Bacino 

Una delle prime cose che impariamo allenandoci nel Wing Chun è la posizione di base. Da essa
dipenderanno la nostra stabilità statica e dinamica, lacapacità di esprimere potenza, la nostra
respirazione e molti altri fattori fondamentali.

Come si chiama la posizione di base?

In realtà non ha un solo nome, ma diversi poiché ognuno descrive
un’azione o una caratteristica propria dei principi che la compongono.
Tra i vari nomi, questi sono quelli maggiormente usati:

1.Posizione d’equilibrio o Ching Ma
2.Siu Lim Tao Ma
3.Yee Gee Keung Yeung Ma
4.Posizione della Clessidra

Partiamo dal più semplice: Posizione d’equilibrio o ChingMa.

Il riferimento all’equilibrio in realtà non è
dovuto solamente alla capacità dello stare in piedi senza cadere, ma si riferisce alla conoscenza del
perché non cadiamo, delle meccaniche anatomiche che ci permettono di ritrovare l’equilibrio in modo da
usarle nel combattimento.
Si riferisce quindi alla conoscenza della nostra base d’equilibrio, la centratura del peso nei piedi e la
posizione del centro di gravità (o baricentro)nel nostro corpo.

Ma facciamo un passo indietro e analizziamo ogni singolo elemento:
o La Base d’Equilibrio è lo spazio di terreno che occupiamo con i piedi, più precisamente è il
parallelepipedo che generiamo unendo con dei segmenti i talloni, le punte e i lati esterni dei piedi.

o Il Baricentro è il centro del nostro equilibrio ed è situato

internamente sulla linea centrale o di simmetria del corpo, circa a metà
dell’anca(circa due palmi sotto l’ombelico).
La posizione del baricentro varia da persona a persona e da maschio
femmine in virtù delle proporzioni del corpo.
Il baricentro deve “cadere” perpendicolarmente e centralmente sulla
base d’equilibrio altrimenti la struttura collasserà perché non supportata.
Quando dovremo cambiare la posizione il punto dove cade il baricentro si
sposterà con lo spostamento del peso, ma sempre senza uscirne.

oLa centratura del peso nei piedi è la capacità di posizionare il peso in
un punto specifico dei piedi e di modificarne l’ubicazione in tempo reale in caso questo venga compromesso (subendo una spinta o sferrando un attacco).

Per trovare la centratura del peso nei piedi possiamo fare un esercizio molto semplice:
Stando in piedi, allarghiamo le gambe sino a raggiungere l’ampiezza delle spalle dopodiché proviamo a
stendere totalmente le ginocchia, cosa succede? Notiamo subito che il nostro peso si è spostato sui
talloni e stiamo in piedi a fatica. Ora proviamo a piegare in avanti le ginocchia più che possiamo senza
portare il bacino indietro, cosa succede? Questa volta Il peso si sposta sulle punte dei piedi sino a
sollevare i talloni e farci cadere in avanti.

Da questo semplice“esperimento”abbiamo visto la relazione fra la flessione/estensione delle ginocchia e
lo spostamento del peso nelle punte e nei talloni, ma questo è solo metà del lavoro necessario per
ottenere la centratura del peso. L’altra metà dipende dall’uso appropriato dei muscoli adduttori (interno
coscia).

Proviamo a fare un esempio concreto: restando in posizione di base (la precedente) proviamo a
stringere più che possiamo i muscoli dell’interno coscia, possiamo notare come il peso si sposti verso il
lato interno dei piedi. Ovviamente separando le ginocchia otterremo lo spostamento del peso nel lato
esterno dei piedi.
Combinando la flessione/estensione delle ginocchia all’adduzione dei muscoli dell’interno coscia
otterremo la centratura del peso nei piedi. Ovviamente la centratura non è costante, anzi la si dovrà
adattare alle sollecitazioni date da attacchi o pressioni esterne, nonché dai nostri stessi movimenti.

La posizione Ching Ma, ha quattro caratteristiche fondamentali:

1. La larghezza dei piedi deve essere pari alla larghezza delle spalle.
2. Le ginocchia devono essere flesse e convergenti.
3.Il bacino deve ruotare verso l’alto contraendo i glutei, in modo da allungare la parte terminale della
schiena.
4. La schiena e la testa devono essere dritte.

Il Secondo nome della posizione di base è: Siu Lim Tao Ma.

Questo è il modo più usato poiché identifica chiaramente la posizione che studiamo nella prima forma del
Wing Chunn ovvero la posizione (Ma) della prima forma (Siu Lim Tao).

Il Terzo nome della posizione di base è Yee Gee Keung Yeung Ma(ii Gii Chèun ièun Mà).

Questo più che un nome è un’indicazione su come trovare facilmente la posizione migliore.
La sua traduzione è la seguente:

Yee=Due
Gee=Ideogramma o carattere
Keung Yeung=è l’atto di trattenere come l’azione di una molletta.
Ma=Posizione o Cavallo

Tradotto in italiano diventerebbe “Posizione Del Due Trattenendo Con Le Gambe“

Perché questo nome così particolare? Come potrebbe aiutarci?
Partiamo dal presupposto che stiamo parlando di concetti fatti per essere capiti da persone con una
cultura cinese e quindi noi occidentali dobbiamo fare uno sforzo per addentrarci in questa cultura.
Iniziamo dalla prima parte:

YeeGee=Ideogramma Due. In Cinese il numero due si scrive tracciando due
linee orizzontali parallele una corta ed una più lunga .Tale figura sta a rappresentare la distanza tra
le punte dei piedi la prima e la distanza tra i talloni la seconda (vedifigura1) oppure tra le ginocchia e di
piedi (Figura2).


In questo modo, senza enormi sforzi di fantasia si poteva facilmente verificare l’esatta posizione dei piedi
e delle ginocchia.

La seconda parte:KeungYeung = Trattenere come una“molletta”(laparola“molletta”è una licenza che
mi sono preso per una migliore comprensione). Questa analogia sta a significare l’importanza di tenere
costantemente le ginocchia attive portandole verso il centro, attivando così i muscoli dell’interno coscia,
richiamando quindi all’immaginazione l’azione delle mollette.
Terzaparte:Ma=Posizione o Cavallo.
Si riferisce alla posizione che si assume quando si cavalca, stringendo le ginocchia sul cavallo per non
cadere.
Come avrete notato il riferimento all’azione delle ginocchia è ripetuto più volte,in quanto esso è
fondamentale al fine di compattare la struttura.

Il Quarto nome della posizione di base è: Posizione Della Clessidra.

Tale nome deriva dalla postura del corpo una volta in posizione che ricorda la forma di una clessidra in
quanto le spalle e i piedi guardano nella stessa direzione. Dalla fotografia si può notare il rapporto tra
larghezza delle spalle e ampiezza della posizione descritto precedentemente e di come il punto di
convergenza delle diagonali sia prossimo al punto dove risiede il baricentro.

Alcune scuole di pensiero chiamano la posizione di base I.R.A.S. acronimo di Internal
Rotation Abduntion Structure che in italiano si traduce con: Struttura di adduzione e
rotazione interna. L’acronimo si riferisce alla introversione del bacino(rotazione verso
l’alto dell’anca)ed alcune scuole dipensiero mettono l’accento sulla rotazione
dell’energia interna data proprio da quelmovimento,ma ci sono punti di vista
discordanti per cui consiglio di prendere quest’ultima affermazione come conoscenza di
cultura generale.